ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

450 C.

LEPANTO
1883
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1905 Fotografo: sconosciuto

Origine: Regio Istituto Idrografico di Genova

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Lepanto
Tipo nave corazzata di 1¬ classe
Classe Italia
UnitÓ Italia / ex Stella d'Italia
Lepanto
Cantiere Orlando, Livorno
Impostazione 4 novembre 1876
Varo 17 marzo 1883
Completamento 16 agosto 1887
Servizio n.d.
Dislocamento normale 13.336 tonn.
pieno carico 15.649 tonn.
Dimensioni lunghezza  f.t. 124,70 m.
lunghezza p.p. 122,00 m.
larghezza 22,3
4 m.
immersione 9,39
m.
Motore 4 motrici verticali Penn a duplice espansione
8 caldaie ovali e 16 cilindriche
potenza 15.797 ihp
4 eliche
VelocitÓ 18,4 nodi
Autonomia 16.700 miglia a 6,7 nodi
8
.000 miglia a 10 nodi
1.100 miglia a 18 nodi
Combustibile carbone 3.000 tonn.
Protezione acciaio
ponte100 mm.
ponte corazzato 76 mm (1,80 m. sotto la linea di galleggiamento)
torrione 100 mm.
base fumaioli 400 mm.
ridotto 480 mm.
Armamento 4 pezzi binati da 432 mm. / canna 27 calibri su due torri a barbetta
8 pezzi singoli da 152 mm. / canna 32 calibri
4 pezzi singoli da 120 mm. / canna 32 calibri
4 tubi lanciasiluri da 356 mm.
Equipaggio 669 poi 756
Disarmo 26 maggio 1912
Radiazione 15 gennaio 1914
Destino demolita il 27 marzo 1915
Note tecniche

Progetto dell'Ispettore Ing. Benedetto Brin.
Scafo in ferro ed acciaio dolce controfasciato in legno.
Per ovviare alla relativamente sottile corazza dovuta alla necessitÓ di alleggerire al massimo lo scafo onde guadagnare in velocitÓ ed abbassare i consumi, disponeva di  una fitta compartimentazione interna che permetteva all'unitÓ di sopportare numerosi colpi allagando sino al 30% dei compartimenti e rimanendo tuttavia operativa.
Questo principio venne in seguito adottato dalle Marine di tutti i paesi.
Modello precursore delle navi da battaglia insieme alla gemella Italia, queste due unitÓ furono per diversi anni le pi¨ grandi e veloci navi da guerra del mondo.
Pur divenendo rapidamente obsolete con l'avvento del cannone a tiro rapido, rimasero comunque tra le migliori navi della Regia Marina dell'epoca.
Vennero anche impiegate come incrociatori strategici, con capacitÓ di carico di un'intera divisione di fanteria (10.000 uomini).

Note storiche Dall'entrata nella flotta venne adibita ai normali compiti del servizio di squadra.
L'impiego dell'unitÓ fu privo di grandi eventi e non partecip˛ mai ad azioni belliche di rilievo.
Dal 1902 venne utilizzata per l'addestramento dei cannonieri e tra il 1910 ed il 1912 venne adibita a deposito nel porto della Spezia e radiata dal servizio il 26 maggio 1912.
Il 13 gennaio 1913 venne rimessa in servizio e classificata Nave Ausiliaria di 1¬ Classe.
Venne definitivamente radiata un anno dopo e demolita nel 1915.
Didascalia In porto a Genova.
Foto Altre immagini della corazzata RN Lepanto alle schede 1064C, 1065C, 1254C, 1266C, 2116C, 2634C, 2969C, 3711C, 3712C, 3713C, 3714C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA