ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire 2723 C.

BODROG
1904

Epoca della foto: anno 1905 c Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio di Stato, Vienna

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Bodrog
Tipo monitor fluviale
Classe Temes
UnitÓ Temes
Bodrog
Cantiere Danubius-Sch÷nichen-Hartmann Vereinigte Schiff- und Maschinenbau A.G., Budapest / ┌jpest
Impostazione 1903
Varo 12 aprile 1904
Completamento 10 novembre 1904
Servizio 1904
Dislocamento 450 t
Dimensioni lunghezza 57,70 m.
larghezza 9,50 m.
altezza fiancata al galleggiamento 2,20 m.
immersione 1,20 m.
Motore 2 motrici Schichau a cilindri verticali a triplice espansione
2 caldaie tubolari Yarrow
potenza 2x700 = 1400 ihp
2 eliche
VelocitÓ 13 nodi
Autonomia nd
Combustibile carbone 62 t
Protezione ponte in acciaio Bessemer 26 mm
cintura e paratie 40 mm
torrione 75 mm
torrette 40 mm
Armamento 2 pezzi da 120/L35 mm in torre singola affiancata
1 mortaio da 120/L10 mm
1 pezzo da 66/L18 mm
1 pezzo da 40 mm
5 mitragliere MG
Equipaggio 86
Disarmo 1959
Radiazione 1962
Destino ceduta ai privati 1962, ancora a galla nel 2006
Note tecniche UnitÓ di buona costruzione, scafo in acciaio al nickel, piattaforma bene armata e con limitato pescaggio, perfettamente atta nel servizio di cannoniera fluviale.
Disponeva di due torri cilindriche sui due bordi con un pezzo ognuna ed il torrione cilindrico in mezzo, leggermente arretrato.
Antenna radio estesa dalla prora alla cima dell'albero.
Appena visibile il mortaio da 120 mm. sul cassero a poppavia del fumaiolo, che poteva sparare con una elevazione maggiore dei pezzi in torre.
Note storiche Entrato in servizio nel 1904, il monitor venne assegnato alla Flottiglia del Danubio.
Oper˛ attivamente in appoggio all'Esercito contro la Serbia e contro la Romania.
Secondo diverse fonti il 29 luglio 1914, insieme con i monitor Szamos e Temes, aprý il fuoco sulla cittÓ di Belgrado dando inizio alla 1¬ Guerra
Mondiale.
Pochi mesi dopo durante un furioso bombardamento della cittÓ di Belgrado venne seriamente danneggiato.
Capitolando la cittÓ alle forze Austro-Ungariche l'8 ottobre 1915, l'unitÓ venne recuperata e riparata per essere proficuamente utilizzata
durante tutto il 1916 e 1917 combattendo in Romania sino alla fine della guerra.
Il 31 ottobre 1918 venne assegnata alla Flotta del Mar Nero.
Il 30 novembre 1918 l'unitÓ risalý il Danubio tornando a Budapest.
Il giorno dopo causa fitta nebbia sul fiume si incagli˛ su un banco di sabbia nei pressi di Visnica.
Diradatasi la nebbia si trov˛ sotto il tiro dell'artiglieria serba, alla quale offriva un bersaglio immobile.
Abbandonata dall'equipaggio,  la nave venne formalmente immessa nella Imperial-Regia Riserva Navale.
Al termine del conflitto fu assegnata al nuovo stato sorto sulle ceneri dell'Impero Asburgico, il Regno di Serbia.
Dall'aprile 1920 divenne un'unitÓ della neonata Marina con il nome di Sava ed assegnata alla Flotta Serba del Danubio.
Al momento dell'attacco tedesco del 6 aprile 1941 prestava servizio come batteria antiaerea.
Il 12 aprile 1941 venne autoaffondata dal proprio equipaggio mentre era nel porto di Zemun.
Successivamente riportata a galla, venne riparata e rimessa in servizio nella Marina Croata sino all'8 settembre 1944 quando, di stanza a Slavonski Brod, venne ancora una volta autoaffondata dal suo
equipaggio.
Alla fine della 2¬ Guerra Mondiale venne ancora ricuperata e riarmata per la Marina Jugoslava, rimanendovi in servizio attivo sino al 1959.
Dal 1959 al 1962 venne utilizzata nella riserva.
Ceduta ai privati nel 1966, venne utilizzata come deposito di materiali agricoli.
Sino al 2006 risultava ancora galleggiante all'ormeggio nel porto di Novi Sad, di proprietÓ della dalla societÓ Heroja Pinkija.
Seppure in cattivo stato potrebbe proficuamente essere recuperata e restaurata quale ultimo esemplare di monitor esistente al mondo.
Alcune interessanti foto recenti del Bodrog si possono vedere al link
http://www.maketarstvo.net/forum/viewtopic.php?
t=1375&sid=2858dd239d86459765298f61de7fc4a5
Didascalia  
Foto Altre immagini del monitor Bodrog alle schede 2790C, 2791C, 2792C, 2793C, 2794C, 2795C, 2796C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA