ARCHIVIO VECCHIE VELE


114 A.

ORTRUD
MAULESDEN
NOSTRA SIGNORA DELLA GUARDIA

ELENCO ALFABETICO VELIERI

Epoca della foto: anno 1901 Foto: A. D. Edwardes, Glenunga

Origine: Archivio Tomaso Gropallo

autore: Marcello Bozzo NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave Ortrud all'ormeggio a Port Adelaide.

Fu varata nel settembre 1875 dal cantiere A. Stephen & Sons di Dundee per conto della Dundee Clipper Lines Ltd. di Dundee (David Bruce & Co. managers) con il nome di Maulesden.

Scafo in ferro
Stazzava 1.571 tsl e 1455 tsn.
Lunghezza   74,72 m.
Larghezza   11,63 m.
Immersione  7,30 m.

Era un veloce colonial clipper dei viaggi dell'Australia, destinato all'andata al trasporto di coloni ed emigranti nelle terre australi della Corona inglese ed al ritorno carico di lana, grano e prodotti coloniali.

Nel 1877 al comando del Cap. John F. Miller con 500 emigranti a bordo effettu˛ il passaggio da Dundee a Marlborough nel Queensland in 70 giorni.

Per una settimana fece oltre 300 miglia al giorno e talvolta 335.

Nel 1896 la nave fu venduta alla Rhederei Aktien Gesellschaft von 1896 di Amburgo che le diede il nome di Ortrud.

Nel 1903 fu acquistata dall'Armatore Giuseppe Mortola fu G. "il Sanrocchin" di Camogli che, com'era sua abitudine, ne conserv˛ il nome.
Capitano O. Razeto.

Navig˛ sempre nel Pacifico con ottimi tempi. La media dei viaggi tra l'Australia ed il Cile era sempre di 40 giorni.

Nel 1915 fu venduta ai Dufour di Genova che la ribattezzarono Nostra Signora della Guardia.

Il 30 agosto 1916 venne affondata dal sommergibile tedesco U 38 del Kapitńnleutnant Max Valentiner a 30 miglia da Capo San Antonio (S-E di Formentera).

Altra immagine della Ortrud alla scheda N░ 1170A.

ELENCO ALFABETICO VELIERI