ARCHIVIO NAVI A VAPORE

070 B.

CONTE VERDE

Epoca della foto: anno 1930 Il Conte Verde in navigazione

Origine: cartolina dell'epoca

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

Il piroscafo Conte Verde fu costruito nel 1921 dai cantieri W. Beardmore & Co. Ltd di Glasgow, Scozia, per conto del Lloyd Sabaudo.

Prua verticale, due alberi, due fumaioli.

Stazzava 18.761 tonnellate. Lunghezza 174 metri, larghezza 29,30. Velocità 19 nodi.

Trasportava 400 persone in prima classe, 550 in seconda e 1.450 in terza. L'equipaggio  era composto da 450 persone.

Venne varato nell'ottobre 1922.

Nel giugno del 1923 effettuò il viaggio inaugurale da Genova a Buenos Aires.

In seguito fu trasferito sulla linea Genova - Napoli - New York.

Nel 1932 il Lloyd Sabaudo confluì nella nuova Società Italia di Navigazione ed il Conte Verde entrò in servizio per questa società.

Nel 1938 fu ceduto al Lloyd Triestino che lo destinò alle rotte dell'Estremo Oriente.

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale il Conte Verde si trovava nel porto cinese di Shanghai e lì rimase sotto la "protezione" della Marina giapponese finché, qualche tempo dopo l'8 settembre 1943 successivamente all'armistizio dell'Italia con gli alleati l'equipaggio incendiò la nave per evitarne l'utilizzo da parte dei giapponesi.

Questi recuperarono lo scafo, lo rimisero in cantiere per le riparazioni, trasformandolo nel piroscafo Kotobuki Maru.

Bombardato ed affondato dagli aerei americani nel 1944, fu ancora una volta riportato a galla nel 1949 per essere avviato alla demolizione, che avvenne in Giappone nel 1951.

Altre immagini del Conte Verde alle schede 071B, 072B, 073B, 074B, 381B.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI