ARCHIVIO NAVI A VAPORE

120 B.

GIULIO CESARE

Epoca della foto: anno 1925 Fotografo: sconosciuto

Origine: da una cartolina dell'epoca

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

Il piroscafo Giulio Cesare fu costruito dai cantieri Swan, Hunter & Wigham Richardson Ltd., Newcastle, Inghilterra, per conto della Navigazione Generale Italiana di Genova.

Prua verticale, due alberi, due fumaioli.

S
tazzava
24.760 tonnellate. Lunghezza 208 metri, larghezza 23,16.

Disponeva di motori a turbine a vapore con propulsione a quattro eliche. VelocitÓ 19 nodi.

Poteva trasportare 2.373 passeggeri, di cui 243 in prima classe, 306 in seconda e 1.824
in terza.

Disponeva degli stabilizzatori laterali per contrastare il rollýo navigando con il mare grosso.

Fu varato nel 1913 ma l'allestimento fu sospeso a causa della Prima Guerra Mondiale.

Solo nel 1922 fu consegnato alla societÓ proprietaria che nel maggio dello stesso anno lo mise in servizio sulla linea Genova - Napoli - Sud America.

In seguito fu trasferito sulla linea per il Nord America.

E' stato, insieme al gemello Duilio, il piroscafo pi¨ grande della marina mercantile italiana sino al 1926 quando fu varato il Roma di 34.000 tonnellate di stazza, che divenne cosý la pi¨ grande nave italiana dell'epoca.

Dal 1932, anno di istituzione della SocietÓ Italia di Navigazione, il Giulio Cesare pass˛ a quest'ultima compagnia.

Trovandosi nel porto di Trieste nel 1944, fu bombardato ed affondato da aerosiluranti britannici.

Rimesso a galla dopo la fine della guerra, fu avviato alla demolizione che avvenne nel 1949.

Altre immagini del Giulio Cesare alle schede 121B, 122B, 123B, 124B, 425B, 467B.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI