ARCHIVIO NAVI A VAPORE

365 B.

REGINA MARGHERITA

Epoca della foto: 11 febbraio 1913 Fotografo: G. Petrello, Genova

Origine: Collezione Stefano Finauri - Cortesia di Genova Cards

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

Il 6 febbraio 1882 l'Armatore Erasmo Piaggio costituì in piazza Luccoli 2 a Genova la Società Italiana dei Trasporti Marittimi con capitale sociale di £ 5 milioni.

Il piroscafo da passeggeri Regina Margherita venne costruito nel 1884 a Genova per conto di detta Società.

Scafo in ferro, stazzava 5.000 tonnellate lorde e 3.577 nette.

Fu la prima nave italiana illuminata dall’elettricità e dotata di cabine di prima e seconda classe lussuosamente arredate.

Anche le camerate di terza classe, illuminate ed areate, erano di buon livello rispetto alle condizioni delle terze classi delle navi di allora.

Come propulsione principale disponeva di due macchine alternative da 4.000 kW servite da quattro caldaie a vapore.

Come propulsione ausiliaria a vela era dotato di due alberi e bompresso.

Con vele e motori in condizioni di mare calmo e buon vento con vele a riva riusciva a sviluppare una velocità di 15 nodi.

Fu in pratica il primo transatlantico italiano ad inaugurare viaggi regolari tra l'Europa e l'America.

Nel dicembre del 1884 fece il viaggio inaugurale attraverso l'Atlantico.

Nel 1885 la
Società Italiana dei Trasporti Marittimi di Erasmo Piaggio, la Flotta Raggio di Edilio Raggio e la Compagnia Florio di Ignazio Florio si fusero dando vita alla Navigazione Generale Italiana e  la nave passò sotto i Registri di questa nuova compagnia.

Nel 1908 prestò soccorso nel terremoto di Messina.

Nel 1910 venne ceduta alla Società Nazionale di Servizi Marittimi.

Il 9 novembre 1911 fu trasformata in nave ospedale per la guerra di Libia sotto il comando del Sovrano Militare Ordine di Malta.

Fece sette viaggi tra l'Italia e Tripoli, Derna, Bengasi e Tobruk riportando in patria 1.162 soldati feriti.

L'11 febbraio 1913 si ingavonava ed affondava nel porto di Genova.

Altra immagine e brevi note del Regina Margherita alla scheda 215B.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI