ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

429 C.
FRANCESCO CARACCIOLO
1811
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1862 c. Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio Storico della Marina Militare Italiana

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Francesco Caracciolo
Tipo fregata a vela
Classe prototipo
UnitÓ Francesco Caracciolo
Cantiere Regio Arsenale di Napoli
Impostazione settembre 1810 per conto della Marina di Murat
Varo 8 giugno 1811
Servizio giugno 1815 nella Marina Borbonica
Servizio 17 marzo 1861 nella Marina Italiana
Dislocamento normale 1.378 tonn.
pieno carico 1.642 tonn.
Dimensioni lunghezza f.t. 64,30 m.
lunghezza p.p. 47,10 m.
larghezza 12,02 m.
immersione 6,23 m.
Motore 1 motrice alternativa a bassa pressione
1 caldaia
potenza 200 ihp
1 elica
VelocitÓ 6 nodi
Autonomia n.d.
Combustibile n.d.
Protezione //
Armamento 28 pezzi in ferro liscio da 18 libbre in batteria
8 pezzi in ferro liscio da 8 libbre in coperta
8 carronate da 24 libbre in coperta
Equipaggio 350 c.
Disarmo 12 ottobre 1864
Radiazione 18 giugno 1865
Destino venduta ai demolitori nel 1866
Note tecniche Vascello nato come veliero puro con armamento a nave (tre alberi a vele quadre e bompresso).
L'apparato motore fu installato nel 1862.
Dal 1862 l'unitÓ fu declassata a corvetta a batteria di II░ rango.
Note storiche UnitÓ proveniente dalla marina napoletana dalla vita avventurosa.
Fino al giugno 1815 si chiamava Carolina.
Fino al settembre 1860 si chiamava Amalia.
Incorporata nella Marina Italiana il 17 marzo 1861, si trovava in cattive condizioni e venne disarmata nell'ottobre 1864 per essere radiata e venduta alla demolizione due anni dopo.
Didascalia La fregata a vela Francesco Caracciolo alla fonda.
Foto  

 

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA