ARCHIVIO NAVI A VAPORE


 

554 B.

ETRUSCO


 
Epoca: marzo 1956 Fotografo: sconosciuto
Origine: archivio privato GioMar

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave mercantile Etrusco, ex Liberty canadese Fort Poplar, arenata il 16 marzo 1956  a Cedar Point presso Scituate, lungo la costa del Massachusetts a sud-est di Boston.

Le navi Fort erano una classe di 198 navi da carico costruite in Canada durante la seconda guerra mondiale per uso del Governo britannico in base alla "Legge Affitti e Prestiti".

Alla costruzione tutte ebbero il prefisso "Fort" nel nome. Durante la guerra ne andarono perdute 53.

La Fort Poplar era un Liberty Ship canadese della serie "Fort" del tipo 'North Sands'. Venne costruita da Burrad Dry Dock Co. di Vancouver, Canada.
La chiglia n░ 149 venne posata il 19 giugno 1942.
Scafo in acciaio rivettato.
Il varo avvenne il 31 ottobre 1942, 134 giorni dopo.
Lunghezza ft 134,60 m
Lunghezza pp 129,39 m
Larghezza 17,40 m
Immersione 8,23 m
Portata 10.490 t
Stazza lorda 7.134 t
Dislocamento 14.250 long tons
Propulsione: 1 motrice a vapore a triplice espansione
Tre caldaie Scotch a carbone (2.400 t)
Potenza 2.500 hp
VelocitÓ 11 nodi
1 elica
Costo $ canadesi 1.856.500.

Dal 1942 al 1945 oper˛ per la Wartime Merchant Shipping Ltd., Londra.
Svolse un intenso servizio durante la seconda guerra mondiale, compresa
la partecipazione allo sbarco in Normandia.

Dopo il giugno 1945 la
Fort Poplar non fece attivitÓ rilevanti, salvo una sua presenza riportata in Nuova Scozia nel 1946.

Il 29 settembre 1947 entr˛ nella Riserva a Mobile in Alabama.

Vi rimase sino al 17 marzo 1948 quando fu venduta alla SocietÓ Italica di Navigazione di M. Querci, Genova e ribattezzata
Etrusco.

Per otto anni servý nei traffici mercantili tra l'Europa e gli Stati Uniti.

Alla fine di febbraio 1956 la nave salpava da Emden in Germania per Boston in zavorra.
Dopo aver sbarcato un marinaio malato alle Azzorre, diresse la prua verso South Boston con attracco previsto al molo 12 di Castle Island per il 16 marzo 1956 per caricare grano per l'Europa.

La
Etrusco giunse dinanzi al porto di Boston nel tardo pomeriggio del 16 marzo sotto una crescente tempesta di neve.

Il comandante Cap. Gaetano Traini, al suo primo comando, venne avvertito che a causa della poca visibilitÓ e del mare che stava ingrossando non avrebbe potuto entrare in porto, ma era pi¨ opportuno che dirigesse la nave a ridosso di Capo Cod.

Tuttavia, mentre la temperatura scendeva improvvisamente di venti gradi, la visibilitÓ si ridusse a zero.

La nave, alta sul mare perchÚ aveva le stive vuote, incapace di contrastare il fortissimo vento di tempesta and˛ ad arenarsi davanti al vecchio faro di Scituate.

Con l'aiuto dei cittadini tutti i membri dell'equipaggio vennero tratti in salvo.

La nave, giÓ considerata perdita totale,  il 22 novembre 1956 venne rimessa a galla e riportata in servizio.

Nel 1957 venne ceduta ad armatore di Panama City e prese il nome di
Scituate, per ricordare il paese che salv˛ l'equipaggio l'anno prima.

Nel 1960 venne venduta ad armatore greco che le diede il nome di
Irene X.

L'8 aprile 1964 la nave, in viaggio verso la Corea, incagli˛ davanti all'Isola Long Chau a sud di Haiphong (Nord Vietnam).

Rimessa a galla con notevoli danni, fu rimorchiata ad Hong Kong dove giunse
il 16 maggio 1964.

Mentre era all'ancora in attesa, fu investita da un forte tifone che procur˛ ulteriori
danni.

Risultando antieconomiche le notevoli riparazioni necessarie, fu demolita nel maggio stesso ad Hong Kong.

______________________

*) Articolo del Secolo XIX nel 50░ dell'incidente di Scituate riprodotto alla scheda seguente N░ 554B-A.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI