ARCHIVIO NAVI A VAPORE


 

584 B.

ROSALINDA


 
Epoca: anno 1954 c Fotografo: sconosciuto
Origine: Archivio Privato GioMar

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave mercantile Rosalinda alla fonda.

Costruita nel 1913.

Cantiere navale
Oder Werke (Stettiner Oderwerke), Stettino (Szczecin).
Costruzione N░ 643 - IMO/Off N░ 724.
Scafo in acciaio.
Stazza lorda 2.554 tonn.
Lunghezza 102 m
Larghezza 13,30 m
Immersione 5,80 m
1 motrice a 3 cilindri a triplice espansione della Oder Werke di Stettino.
Potenza 261 hp nominali.
1 elica.
VelocitÓ 11,5 nodi.

Dal 1913 al 1917 di proprietÓ della Argo Dampfschifffahrts Gesellschaft - Richard Adler & S÷hne di Brema con il nome di
Andromeda.
Dal 1917 al 1926 di proprietÓ della Marina degli Stati Uniti con il nome di USS
Bath (siglia AK4).
Dal 1926 al 1928 di proprietÓ della Madrigal & Co., Manila con il nome di
Paz.
Dal 1928 al 1952 della Nicolas Paquet & Cie - Cie. De Navigation Marocaine Et ArmÚnienne di Marsiglia con il nome di
Oued Fes.
Dal 1952 al 1955 di proprietÓ di Giovanni Longobardo con il nome di
Rosalinda, IMO/Off. N░ 724.

In rotta da Trieste per Buenos Aires scalo a Salvador con un carico di cemento e birra, il 28 ottobre 1955 urt˛ la barriera corallina di Parcel dos Abrolhos, imbarcando acqua ed adagiandosi sul basso fondale, dove rimase due giorni prima di sparire sott'acqua.
L'equipaggio salito sulle scialuppe si diresse verso l'Isola dei Cobra al largo della costa dello Stato di SŃo Paulo, Brasile, da dove il rimorchiatore Trident trasse tutti in salvo.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI