ARCHIVIO VECCHIE VELE


113 A.

PAPA' EMANUELE

ELENCO ALFABETICO VELIERI

Epoca della foto: anno 1900 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio Tomaso Gropallo

autore: Marcello Bozzo NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

Il brigantino a palo PapÓ Emanuele venne costruito dal cantiere Thomas Royden di Liverpool nel 1877 per conto di Greenshields & Cowie di Liverpool con il nome di Knight of the Garter.

Scafo in ferro, stazzava 1.494 tonnellate.

Veloce come un clipper, nel 1892 fece il viaggio da Portland (Oregon) a Kinsale in 99 giorni e da Valparaiso a New York via Capo Horn in 79.

Nel 1896, in gara con il gemello Knight of the Thistle fece da Sidney a Falmouth in 88 giorni, battendolo per sole tre ore.

L'anno seguente, nel 1897, venne acquistato da Figari & Razeto di Camogli. Con questi ultimi armatori navig˛ per nove anni con il nome di PapÓ Emanuele.

Il 5 gennaio 1906 diretto in Cile poggiava in avaria a Montevideo e lý giunto venne venduto ad Armanino & Sanguineti, armatori  di origine chiavarese operanti in Sud America che gli dettero il nome di Montevideo.

Dopo un anno, nel 1907, lo rivendettero al Cap. Baldassarre Savona di Trapani che lo ribattezz˛ Gaspare S.

Ecco alcuni dei suoi passaggi:

                                  1899: da CittÓ del Capo a Tocopilla  67 giorni;
                                  1901: da Newcastle (A) a Pisagua     48 giorni;
                                  1901: da Tocopilla a Venezia             94 giorni.

Nel 1917 Baldassarre Savona lo rivendette al Guglielmini di Genova che gli install˛ una macchina a vapore costruita nel 1897 dall'Officina Meccanica Odero di Genova.

Fu l'unico piroveliero della marina mercantile italiana.

Pass˛ diverse volte di proprietÓ e rimase per un lungo periodo in disarmo nel porto di Ancona per essere poi rimorchiato e demolito a Genova nel 1923.

ELENCO ALFABETICO VELIERI